La felicità fa perdere peso

Si può perdere peso con la felicità? Certo, e anche con facilità! Velocemente? Dipende.

SCARICA/STAMPA L’ARTICOLO IN FORMATO PDF

Sono profondamente convinto (e quando dico convinto è perché ti sto riportando prima di tutto la mia esperienza) che la felicità interiore si rifletta in maniera direttamente proporzionale sul nostro corpo (ti ricordi? Mens sana in corpore sano). Questa non è una teoria, non è un’ipotesi: è un dato di fatto! Chi gode di buona salute mentale, gode anche di buona salute fisica. Vale anche il contrario. Per scoprire il grado di felicità di una persona osserva lo stato del corpo in cui risiede la sua energia. Tutto è strettamente collegato.

SULLA PORTA CHE CONDUCE A TUTTO CIÒ CHE DESIDERI
C’È SCRITTO FELICITÀ

Non è mai stato un vero problema per me il peso corporeo. Sono arrivato a pesare 93 chili, da due anni a questa parte ne peso 72. Non sono stati molti i chili che ho dovuto perdere rispetto a chi di chili da perdere ne ha 30, 40, 50 o più. Tuttavia il processo per riappropriarsi del proprio peso forma è identico per ogni individuo. Noi esseri umani funzioniamo tutti allo stesso modo, non pensare mai il contrario e non credere a chi ti dice che non è così!

L’unica cosa di cui mi sono realmente preoccupato in questi ultimi anni è stata quella di recuperare la mia felicità, e fissare dei punti cardine, degli ordini personali, per non perdermi più. Gli ordini di cui parlo nel programma mi hanno permesso di recuperare il pieno controllo della mia vita, del mio tempo, delle mie scelte, quindi di raggiungere il mio stato naturale di benessere.

Ogni volta che decidi perdi qualcosa, qualunque cosa tu decida. È sempre questione di capire cos’è che non sei disposto a perdere – Snoopy

Ti sembrerà strano quello che ora sto per dirti: ho perso peso ma non mi sono mai prefissato l’obbiettivo di perderlo! Inizio con lo svelarti un piccolo segreto riguardo al peso:

I CHILI CHE PENSI DI AVERE  IN PIÙ NON SONO
NEL CORPO CHE VEDI ALLO SPECCHIO.
SONO NELLA TUA TESTA

Ti racconto brevemente la mia storia e ti spiego come i chili che avevo in più sono andati via.

Quando sono arrivato a pesare i miei 93 chili il problema più grande che avevo non erano loro. Era il mio stato mentale ed emotivo. In sostanza: ero infelice!

Per diverso tempo ho cercato di capire da dove provenisse questa infelicità e l’unica risposta plausibile era che provenisse dai pensieri che generavo, non dalle situazioni che vivevo, non dalle persone che mi circondavano. Ero e sono tutt’ora l’unico artefice della mie emozioni. Come tutti del resto. Era il 2007 quando cominciai a interessarmi della mia crescita personale. La mia vita da allora è cambiata totalmente.

Ad oggi ho scritto diversi romanzi a carattere spirituale e non, sono autore dei saggi motivazionali e dei programmi di crescita personale che trovi su queste pagine, Essere Felici Blog riceve giornalmente centinaia di visite. E pensare che un tempo ritenevo questi traguardi impossibili da raggiungere. Ma niente è impossibile e tutto è possibile nella misura in cui noi crediamo possa esserlo.

Non sono un nutrizionista, un dietologo o un dottore, non sono nemmeno un mental-coach, o life-coach, non sono uno psicoterapeuta ne un personal trainer. Sono un appassionato RICERCATORE e COLLAUDATORE di tecniche e metodi per il conseguimento del ben-essere. Tutto ciò che riporto è frutto della mia passione, della mia esperienza. Si, ho fatto da cavia ai miei esperimenti… ma inconsapevolmente siamo tutti cavie di noi stessi e delle nostre scelte, vero?

Non ho mai pensato di dover perdere del peso o a mantenerlo. Il dimagrimento è stata una diretta conseguenza del mio cambiamento interiore.

OGNI ISTANTE SCEGLIAMO LA NOSTRA CONDIZIONE
FISICA, MENTALE E SPIRITUALE 

scegliere+colore+pareti.jpgNon ho perso peso seguendo qualche dieta particolare, mettendomi a correre o altro. Te lo scrivo in grassetto perché questo concetto è di fondamentale importanza: ho perso peso perché ho scelto di essere felice. E la felicità si sceglie in ogni istante, come l’infelicità.

La mia intenzione con questo programma è quella di accompagnarti  all’uscita del labirinto nel quale ti sei infilato, se pur involontariamente, e farti vedere dall’alto com’è fatto. Una volta compreso come è strutturato sarà facile poterne riuscire se mai ci ricapitassi. Non parlerò di diete, di esercizi, di calorie o di zuccheri.

Ti parlerò della creatura perfetta che sei e del tuo stato naturale di benessere. Comprenderai che mangiare è un atto sacro nel quale devi porre la massima attenzione perché alla fine non sei solo quello che mangi e digerisci, ma sei anche come mangi.

Potrà capitarti che durante la lettura troverai informazioni che si scontreranno con le tue credenze. Quando ho voluto prendere in mano la mia vita ho dovuto abbandonare tutte le vecchie convinzioni che il mondo mi aveva spacciato per buone. Questo mi ha permesso di raggiungere risultati altrimenti impossibili. Ti consiglio di fare lo stesso. Leggi senza pregiudizi perché è del tuo benessere che stiamo parlando.

Capiterà anche di chiederti: ma che c’entra quello che sto leggendo con il dimagrimento? Niente paura. Tutto ciò che ti spiegherò e che ripeterò sarà utile per il tuo benessere e alla fine capirai il perché.

L’IMMAGINE MENTALE CHE HAI DI TE SI RIFLETTE NELLA REALTÀ

111116Questo programma è stato studiato per spezzare quelle catene che ancora troppe persone si portano dietro mettendo a rischio la propria salute. Ma l’unica cosa di cui dovresti realmente occuparti è proprio la salute, quindi la tua felicità! E la felicità è una scelta consapevole. Se non te ne preoccupi tu nessun altro lo farà!

Quello che siamo è frutto delle nostre azioni, le quali si originano a loro volta dai pensieri che abbiamo generato, quindi dalle emozioni che ci siamo fatti scorrere addosso. Con questo programma vedremo come risolvere il problema a monte, ossia cambiare la modalità di pensiero che ci ha condotti a essere quello che siamo oggi.

L’essere ingrassati, l’avere qualche chilo di più o moltissimi chili di troppo, non è un fallimento. Questa è una cosa che deve essere chiara. In qualsiasi punto ti trovi non hai fallito, hai prodotto un risultato.

Dovresti accettare il fatto di aver avuto successo piuttosto, nel senso che sei riuscita a ottenere un risultato, e ora vedremo insieme come ottenerne un altro, nuovo e contrario, intraprendendo semplicemente azioni diverse. Non esiste nulla come il fallimento, esistono solo risultati!

Dunque è inutile chiedersi perché sono grasso, perché non riesco a perdere peso, ecc…

La cosa più utile da chiedersi è come ho fatto ad arrivare dove sono adesso? Quali pensieri e azioni mi hanno condotto fino a qui? Come ho fatto a produrre questi risultati? Riflettere su questo ti permette di mettere in moto dentro te meccanismi che forse fino ad ora non si erano attivati.

Nel programma sono inseriti anche due articoli del blog. Te lo dico perché sarà normale che ti chieda “ma questo lo avevo già letto da qualche parte?!?”

Puoi iscriverti gratuitamente a Perdi peso scegliendo di essere felice cliccando qui. 

Ti aspetto dall’altra parte,

cristiano mocciola blog

 

Tagged with: , , , , ,
Pubblicato su crescita personale, mente & corpo

Fammi sapere qui se ti è piaciuto, Grazie

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mi presento…
Essere Felici Blog - Cristiano Mocciola

Ciao, sono Cristiano e voglio darti il benvenuto su Essere Felici Blog [MENTE|CORPO|SPIRITO]

Gratis per te
⇓ RISORSE DEL BLOG ⇓
Pubblicità
Seguimi su Twitter
⇓ da leggere ⇓

Che cosa hanno imprese internazionali come Apple, Google, Ikea o il macellaio italiano Dario Cecchini che la vostra azienda non ha? Le P tradizionali come prezzo, promozione, pubblicità, posizionamento e altre che gli uomini di marketing usano da tempo non funzionano più. Oggi, all'elenco, c'è da aggiungere un'altra P: quella di Purple Cow, la Mucca Viola. Che non è una funzione di marketing cui ricorrere a prodotto finito. La Mucca Viola spicca tra le tante marroni, è qualcosa di fenomenale, inatteso, che è dentro il prodotto. L'autore vi spiega come mettere una Mucca Viola in tutto ciò che fate e in tutto ciò che create, per sfornare prodotti che siano "degni di marketing".