Legge di causa effetto: il caso non esiste (settima legge ermetica)

Quante volte lo avrai sentito dire?! Non esiste caso, per tutto c’è un motivo! Per quanto tu possa maledire o benedire il destino per ciò che accade, la verità è che tu sei stato l’artefice della gran parte dei fatti della tua vita. No, non tutti i fatti, ma molti si. E le coincidenze che ti capitano sono segnali che la vita ti offre. Segnali che ti condurranno alla meta…

SCARICA/STAMPA L’ARTICOLO IN FORMATO PDF

La settima legge Ermetica è detta Legge di causa ed effetto.

causa-effetto

Nelle lezioni di fisica a scuola ci insegnavano che a ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria, rimembri? 🙂

E crescendo abbiamo continuato a fare uso di questa legge. E nonostante non stiamo sempre lì a indagare sul suo funzionamento, siamo costantemente soggetti a essa. Ogni cosa che facciamo (azione), che diciamo, che pensiamo, ha una ripercussione (reazione) nel mondo intorno a noi.

amici-litigare.jpgE non solo. Le ripercussoni avvengono anche dentro noi. Immagina se per esempio litighi con un tuo amico e gli dici brutte parole (azione). Lui potrebbe offendersi (reazione), ma è anche vero che il tuo stato d’animo non è più come quello di prima. Ti sentirai turbato, forse rimuginerai sull’accaduto, all’inizio daresti tutta la colpa a lui. Ma forse dopo un po’ riconosceresti i tuoi sbagli e saresti tentato dal chiedergli scusa… ma il tuo orgoglio non te lo permette… e via dicendo.

La reazione è avvenuta anche nel tuo mondo interiore, nel mondo delle tue emozioni, nel mondo che esiste e non puoi vedere.

Nella Bhagavad Gita, il testo sacro delle scuole hindù visnuite e krsnaite, c’è un verso che recita così:

O Partha, ogni azione nella sua globalità

raggiunge la sua consumazione nella saggezza.

Il che vuol dire che ogni atto (azione) ha effetto sul karma di chi lo compie. Apro una piccola parentesi indù per chiarirti meglio questo concetto:

Il Principio Karmico ci dice che ogni cosa che facciamo, pensiamo e diciamo, è la causa e conseguenza di altre azioni. In sostanza: non esiste il caso ma ogni evento o gesto è interconnesso all’interno di una rete di legami di causa/effetto (ricordi la prima legge Ermetica? L’universo è mentale e tutto è collegato).

E per rendertelo ancora più chiaro diciamolo come piace a noi: Chi semina vento raccoglie tempesta, oppure, se sputi in cielo ti torna in faccia, sei d’accordo? Ognuno di noi è padrone del proprio destino. Modelliamo il nostro domani in base a quello che facciamo, diciamo e pensiamo oggi. Sembra una banalità ma quanta gente si rende conto, è consapevole, di quello che sta seminando?

L’azione che stai compiendo ora è stata determinata da un pensiero che hai fatto in precedenza.

RIPRENDI IL CONTROLLO

Per lo più procediamo in questa vita senza badare a cosa stiamo costruendo. Parliamo male di quello e di quell’altro, ci interessiamo a cosa fanno i vip in televisione, coviamo rancore per il nostro collega che ci ha fregato il posto auto… cosa ci potrebbe portare tutto questo?

donna_riflessiva.jpg

Avere consapevolezza del principio di causa ed effetto, ricordarsi che questa legge è sempre in atto, ci permette di correggere la qualità delle nostre azioni. E visto che l’azione non è altro che il frutto di ciò che abbiamo pensato, così come le nostre parole sono frutto dei nostri ragionamenti, la cosa più utile che puoi chiederti, che devi chiederti se vuoi veramente controllare il tuo domani, è questa:

Il pensiero che sto generando ora, il pensiero a cui sto dedicando attenzione, il pensiero che alimento con la mia attenzione e quindi gli permetto di rimanere vivo in me, che risultato potrà produrre per il mio domani?

causa-e-effetto-41480351Rispondendoti a questa domanda, correggendo quindi i tuoi pensieri, sostituendo la pattumiera mentale con ciò che è utile, vedrai cambiamenti radicali in men che non si dica nella tua vita. Questo è poco ma sicuro.

E’ ovvio che questo processo mentale deve diventare un’abitudine se vuoi beneficiarne. Non puoi certo pensare di tirare le somme a fine settimana, fare una cernita dei pensieri/emozioni che ti sei fatto scorrere addosso nei giorni precedenti, e poi ripulirti.

Ci sono cose che vanno fatte ogni giorno. Mangiare sette mele la domenica sera invece che una al giorno semplicemente non produrrà l’effetto desiderato – Jim Rohn

CAUSA ED EFFETTO NELLE RELAZIONI PERSONALI

Si, hai detto tante belle cose, rimane il fatto che quel c… del mio vicino mi continua a fregare il posto auto, il mio amico non mi mette il like sulle mie foto, ecc…

La legge di causa ed effetto bene si applica anche alle relazioni personali. Anzi, direi che è proprio qua che puoi averne un riscontro pressoché immediato.

Se vai alla posta e cominci a lamentarti dei disservizi, della corrispondenza che non arriva, che sono tutti lì a fregare lo stipendio, come pensi di essere trattato poi dall’addetto allo sportello? E se iniziassi a pensare che ognuno fa quello che può, che offre quello che di meglio ha dentro sé, non pensi cambierebbero le cose? O per lo meno, non pensi cambierebbe la tua percezione a riguardo, non pensi che l’addetto allo sportello possa vederti sotto un’altra prospettiva?

Sii ORA il tipo di persona che desideri incontrare

La legge di causa ed effetto ci esorta a essere quello che vogliamo avere.

Sei vuoi avere di più, quindi, dovrai ESSERE di più!

Qualsiasi cosa tu voglia, dovrai essere quella cosa ed esprimerla attraverso quello che sei. Qualunque cosa tu semini, quindi, tornerà a te moltiplicata.

melo_NG4

… e sempre parlando di mele: se pianti il semino di una mela cosa pensi possa accadere? Nascerà un melo, certo. Ma ciò che è accaduto è che tu (azione) hai piantato un seme, è nato un melo (reazione) e ora non sai quante mele ti regalerà. Il tuo seme si moltiplicherà in maniera smisurata. Fantastico no?

LA CAUSA NON CREA L’EVENTO

Nulla accade per caso. Se non riesci a trovare la causa di qualcosa non vuol dire che essa non ci sia. E ogni cosa accade per una ragione. Ogni cosa accade e porta con sé una lezione da apprendere, che ci permetterà di crescere e produrrà effetti che altrimenti non si sarebbero verificati.

Se durante una notte di marzo, nel lontano 2007, non avessi rischiato la pelle, ora non sarei qua a scriverti. C’è chi perde il treno e poi scopre che quel treno non arrivò mai a destinazione perché deragliò lungo il tragitto, c’è chi viene licenziato e poi apre una propria attività rendendosi conto che non l’avrebbe mai aperta se non fosse stato lasciato a casa. C’è chi trova il vero amore solamente dopo essere stato piantato in asso dalla persona che credeva perfetta per sé… di casi come questi ce n’è un’infinità.

Il detto Si chiude una porta e si apre un portone rende bene l’idea, o no? Se ti è mai successo qualcosa del genere fammelo sapere nei commenti qui sotto, sono curioso!

Quindi, qualsiasi cosa possa accadere, sarai tu a determinare l’evento, in base alla reazione che adotterai per affrontare l’accaduto. Ciò che accade è solo ciò che accade. E’ come reagisci che fa la differenza ( scopri  di più su Allena-Mente POWER).

Questo è stato l’ultimo articolo relativo alle 7 leggi ermetiche, le leggi sulle quali si basa la Legge di Attrazione. Se ti sei perso gli altri articoli trovi tutto qui sotto:

Ti auguro una buona giornata 🙂 E se hai piacere condividi l’articolo con i tasti qui sotto, te ne sarò grato!

cristiano mocciola blog

Rimani aggiornato con il blog!

Tagged with: , ,
Pubblicato su crescita personale, legge dell'attrazione
8 comments on “Legge di causa effetto: il caso non esiste (settima legge ermetica)
  1. federica ha detto:

    Un articolo stupendo, grazie per averlo scritto e condiviso.

  2. Barbara ha detto:

    Bell’articolo davvero!!!! Infonde ottimismo e fiducia.
    Quello che però non riesco a capire è il discorso delle coincidenze che sarebbero segnali che la vita offre……….ok, ma segnali di che tipo? E io cosa devo fare quando ricevo questi segnali? Come faccio a capire se sono segnali “buoni” o “cattivi”?

    • Essere Felici Blog ha detto:

      Ciao Barbara! Si hai ragione, va approfondito. Riguardo a queste coincidenze non va fatto nulla. Rimani a osservare, non sono né buone e né cattive. Semplicemente ti si palesano davanti nel momento che ti fidi e lasci andare. Se corti troppo neanche te ne accorgi. Hai presente quando fai il giochino di unire i puntini per creare un disegno? È la stessa cosa. Aspetta e vedrai il tuo disegno compiuto. La domanda più utile che ci possiamo fare è: sappiamo cosa vogliamo disegnare?

  3. michelemicheletti ha detto:

    Ok. Condiviso sul mio blog!

  4. Paolo ha detto:

    A volte ci sentiamo una tessera di puzzle che non ha la minima idea del capolavoro che quella tessera apporterà. Grazie cristiano per la tua passione che condividi e che aiuta altre persone ad aumentare la propria consapevolezza

Fammi sapere qui se ti è piaciuto, Grazie

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...