Cambiare se stessi

Sei capace di vivere il presente? Il momento presente è tutto ciò che hai sempre avuto. Il passato è stato a sua volta presente, il futuro presto lo sarà. Ma l’unico tempo che tu puoi vivere e nel quale puoi apportare cambiamenti è il qui&ora, l’adesso. Cambiare se stessi è possibile solo in questo momento e questo cambiamento si ripercuoterà su tutti i momenti a venire.

articoli-essere-felici-blog-pdf

Se cambi chi sei in questo momento avrai cambiato tutto. Questa è la sfida che ti offre la più preziosa delle opportunità: l’opportunità di cambiare il tuo destino.

Ho passato dei momenti davvero brutti in compagnia di una pessima persona, incapace di agire, di decidere, sopraffatta dal pensiero altrui e limitata dalla paura di vivere. L’unica cosa che era in grado di fare era amarsi, ma si amava facendosi del male. Si, questa era la sua capacità. Per volersi bene si doveva autodistruggere.

Questa persona è andata via ora ma me ne rimane il ricordo e qualche cicatrice. Quella persona sono stato io. Come ho fatto a salvarmi?

Ho spento la mente e ho iniziato a dare retta a un altro strumento in mio possesso: il corpo. E se hai partecipato ad Allena-Mente Power avrai compreso che allenare il corpo equivale ad allenare la mente, vero?

Siamo esseri uni e trini, mente, corpo e spirito. Ma la mia mente in quel periodo era un’arma letale. La mia spiritualità non sapevo neanche dove fosse di casa. Il corpo era l’unica cosa a cui potermi aggrappare, l’unico strumento ancora sotto il mio diretto controllo.

E se fino ad allora ero riuscito a usarlo solamente per infliggermi del dolore gratuito abusando di lui in tutti i modi possibili, qualcosa cambiò. Ora non sto qua a raccontarti del mio incidente, del mio brusco risveglio, di come sono riuscito a salvarmi dalla dipendenza.

Ma facciamola breve: la morte mi ha salutato da vicino e tra le mani mi pose un bigliettino avvisandomi che era giunto il mio turno… beh, lo strappai, mi voltai e scappai a gambe levate. No, non poteva finire cosi!

Ieri era un altro mondo
Domani è un altro universo
E intanto che cosa cambia?
Sei tu che non sei più lo stesso
La mente è un arma
Kill Karma
(Nesli – Tesoro non conta)

cambiare se stessi

CRESCITA PERSONALE, CRESCITA SPIRITUALE

La mia avventura con Essere Felici Blog è iniziata circa cinque anni dopo questi accadimenti. Cinque anni in cui mi sono dedicato completamente al mio recupero. Posso dire di avercela fatta, certo, di essermi salvato la vita, ma solamente dopo aver capito la Verità. Qual è questa Verità? La Verità è  quella che nessuno ti dice, la Verità è che la realtà è di natura spirituale.

Sento molti parlare di crescita personale e in molti si limitano a proporre sempre le medesime cose, della nuova tecnica mentale utile a svegliarsi prima, del nuovo metodo per raggiungere il successo, della strategia per fare questo o quest’altro… ma nessuno parla di spiritualità e di tutto ciò che non si vede, di tutte le forza invisibili che regolano la Vita.

crescita spiritualeSi, anche qui su questo blog ti propongo diversi esercizi pratici per affrontare al meglio la quotidianità ma l’origine di tutto ciò che qui è riportato non è stata la mera osservazione di quello che accade all’esterno, piuttosto è il frutto di una ricerca e di uno studio della sfera interiore della persona.

Il più delle volte questi cosiddetti esperti snobbano certi argomenti. E come dargli torto?!? Quando non si comprende qualcosa se ne ha paura e se hai paura di qualcosa cerchi solamente di difenderti senza aprirti alla crescita e alla comprensione. E tutto ciò evita loro la fatica più grande, quella di cambiare se stessi.

Come è possibile tutto questo? A queste persone sfugge l’essenziale. Non è detto che perché non comprendi o non vedi qualcosa questa cosa non esiste, vero?

Vorrei consigliare loro di partecipare a SpiritualMENTE ma dubito passino da queste pagine per cogliere il suggerimento e comprendo anche che non è poi cosi facile trovare il coraggio per superare quella paura, la paura della propria luce. Io ho dovuto toccare il fondo per farlo!

La nostra paura più profonda non è di essere inadeguati.
La nostra paura più profonda, è di essere potenti oltre ogni limite.
È la nostra luce, non la nostra ombra, a spaventarci di più.
Ci domandiamo: ” Chi sono io per essere brillante, pieno di talento, favoloso? ”
In realtà chi sei tu per Non esserlo?
Siamo figli di Dio. Il nostro giocare in piccolo, non serve al mondo.
Non c’è nulla di illuminato nello sminuire se stessi cosicché gli altri
non si sentano insicuri intorno a noi.
Siamo tutti nati per risplendere, come fanno i bambini.
Siamo nati per rendere manifesta la gloria di Dio che è dentro di noi.
Non solo in alcuni di noi: è in ognuno di noi.
E quando permettiamo alla nostra luce
di risplendere, inconsapevolmente diamo
agli altri la possibilità di fare lo stesso.
E quando ci liberiamo dalle nostre paure,
la nostra presenza
automaticamente libera gli altri.
(Marianne Williamson)

Non può esserci un reale cambiamento nel mondo esteriore se prima di tutto non cambiamo il nostro mondo interiore. La via d’uscita è dentro, mai fuori. Cambiare se stessi significa cambiare il mondo, e non lo diceva solo Gandhi! Quando avrai cambiato chi sei avrai cambiato tutto.

E se ti parlo così è perché sono l’esempio che quanto dico non solo è possibile, ma è anche l’unica via. Non può esserci crescita esteriore senza crescita interiore. Non può esserci crescita personale senza una crescita spirituale.

Coloro che ti vogliono far credere il contrario o non hanno capito molto di come funzioniamo noi esseri umani (creature spirituali che stanno avendo un’esperienza fisica) oppure hanno paura di affrontare il compito più difficile, per l’appunto, quello di cambiare se stessi.

cambiareChi ti parla non è perfetto, al contrario. Ho sbagliato molto e continuo a sbagliare. Ho compreso che l’unico modo per imparare a rialzarmi è cadere e non ci vedo niente di male a mostrarti le mie debolezze.

Non sono sceso dal cielo con la mia vita precisa, pulita, impeccabile, a mostrarti quanto sono stato bravo fino a qua… no! Sono risalito sporco e fracassato dagli inferi e condivido con te ciò che può esserti utile se mai dovessi ritrovarti a passeggiare da quelle parti.

E riguardo a quanto ti ho detto finora che voglio condividere con te parte di una lezione del programma SEI CHI CREI, un percorso di crescita spirituale e personale riservato agli iscritti ma che da oggi puoi accedervi da qui.

CAMBIARE SE STESSI:
LE RADICI CREANO I FRUTTI

Vedere per credere! Questo motto non si avvicina proprio a quello che ci stiamo dicendo in SEI CHI CREI, vero? Gesù disse: quando crederete allora vedrete. Le forze della natura sono invisibili, tutti i più grandi cambiamenti avvengono nel mondo dell’invisibile. Lo spirito dal quale si origina tutto è invisibile… eppure crea cose visibili!

Puoi forse vedere l’elettricità? No, ma ti permette di accendere la luce. Puoi forse vedere l’elettromagnetismo? No, eppure una calamita attira a sé del ferro. Puoi forse vedere il calore? No, ma puoi sentirlo, cosi come un profumo o un suono. Pensaci: molte delle cose che ci circondano sono invisibili ma non per questo vuol dire che non ci sono.

crescita personale spiritualeQuello che non riusciamo a vedere è di gran lunga più importante e potente di quello che riusciamo a vedere. Se vuoi cambiare quello che è visibile, devi cambiare quello che è invisibile, questa è la Verità. Questa è la natura dell’universo e ogni cosa, essendo espressione dello spirito (anche il pensiero lo è), è soggetta a questo modus operandi, te compreso.

E’ talmente banale la questione che sfugge alla maggior parte delle persone. Ma è cosi e non potrebbe essere altrimenti se ci pensi. Se dedico un mese a studiare un determinato argomento è normale che sto attuando un cambiamento interno, ed è più che normale che questo cambiamento interno abbia ripercussioni anche sull’esterno.

Arricchirsi interiormente non può far altro che arricchire la nostra vita esteriormente, è Legge. Di fatti si dice che più impari e più guadagni (more you learn more you earn). La pigrizia mentale e spirituale è il grande ostacolo che non permette alle persone di elevarsi e le obbliga a una vita che finiranno con il non apprezzare.

​Non viviamo su un piano unico dell’esistenza ma su quattro contemporaneamente, proprio come se stessimo in 4 dimensioni simultaneamente, 4 universi, 4 realtà.  Queste 4 realtà sono il mondo fisico, il mondo emozionale, il mondo mentale e il mondo spirituale. E quello che in pochi comprendono e che nessuno ci insegna è che il mondo fisico non è nient’altro che il risultato di quello che avviene negli altri 3 mondi. Per cambiarlo è necessario intervenire sui livelli di esistenza che non si vedono.

Ti ricordi l’esempio dell’atleta e del salto in alto? Se l’atleta desidera alzare l’asticella per battere il suo record deve innanzitutto lavorare sul suo stato d’animo, quindi sui suoi pensieri. La qualità di ciò che è interiormente determinerà la qualità del risultato nel mondo fisico. Se fosse depresso e preoccupato di certo non salterà bene come se fosse entusiasta e sicuro della propria forza, giusto?

Ripetiamolo:​

i pensieri determinato le emozioni

le emozioni determinano le azioni

le azioni determinano i risultati

Ma manca un ingrediente a questo processo: il paradigma inconscio.

Come detto nelle prime lezioni di questo programma, il pensiero, lo sforzarsi di pensare in un modo diverso, non può portare a niente finché il “programma” che abbiamo installato nel nostro inconscio rivela altro.  Le dichiarazioni che ti ho proposto e la ripetuta lettura di queste lezioni servono proprio a questo scopo, a riprogrammare il paradigma sul quale finora hai fatto affidamento.

​Il paradigma è l’insieme delle abitudini mentali che conducono silenziosamente la nostra vita. Una volta sostituito il software, l’hardware offrirà risultati differenti. Una volta cambiato paradigma, i pensieri che la tua mente genererà saranno diversi.

Questo è il passo successivo che sfugge a chi si dedica semplicemente al pensiero positivo, a chi si dedica alla crescita personale senza indagare sulla propria sfera spirituale. I pensieri vanno cambiati alla radice, ossia, dobbiamo cambiare colei che produce i pensieri: la mente. Il pensiero superficiale è solamente un risultato, come fosse un’azione, e la matrice che l’ha prodotto si trova al di sotto della superficie ed è lei che dobbiamo coltivare.

E’ giusto controllare il proprio pensiero, prenderne consapevolezza e discernere l’utile dall’inutile. Questo sicuramente permette in primis un’autoanalisi onestà e autocontrollo. Ma è solamente il primo passo. Non dobbiamo solamente scegliere i nostri pensieri consapevolmente, dobbiamo prendere il controllo dell’organo che li produce.


A questo articolo non voglio aggiungere altro. Questa volta non ti suggerirò niente di pratico da mettere in atto nell’immediato, ma mi piacerebbe che facessi tua questa convinzione, che la ripetessi a voce udibile fino a interiorizzare la Verità che sancisce, che la trascrivessi ogni qual volta ti fosse possibile, fino che diventi parte del tuo programma inconscio.

Ripeti ora:

IO SONO L’INVESTIMENTO MIGLIORE!
CAMBIO ME STESSO,
CAMBIO IL MIO DESTINO!

Buona Vita

cristiano mocciola blog

Rimani aggiornato con il blog!

6 commenti

  1. Grazie Cristiano! I tuoi discorsi a volte sono un po’ difficili per me ma ogni volta che vedo una tua mail sono felice perché mi aiuta a non mollare, a voler cambiare nonostante la mia età…Effettivamente la spiritualità è una cosa che oggigiorno viene spesso evitata… perché si ha paura di essere ridicoli…o delusi… è complicato perché nella nostra società dove tutto viene dimostrato scientificamente è difficile credere non senza vedere ma senza prove…cmq mi piace tanto leggere questo blog (che poi non ho capito bene cosa sia un blog…un gruppo di persone che ricevono tutti le tue mail ?) Grazie Cristiano, buona vita a te!

    • Ciao Patricia 🙂 la buona notizia è che anche la scienza sostiene che la realtà è di origine metafisica (ormai da qualche decennio).

      Scienza e spiritualità vanno di pari passo, per questo risulta assurdo che ci siano ancora persone cieche dinanzi a questa Verità.

      È la paura di ciò che non si vede, ciò che non riescono a comprendere, a renderle cieche. Ma immagino che questo faccia parte dell’evoluzione collettiva e un domani tutto questo sarà scontato.

      Cos’è un blog? Fai finta che sia un giornale online con degli articoli da leggere che trattano di un argomento specifico 🙂

Rispondi a Flavia laurenti Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...