CAMBIARE VITA: le 4 porte a uscita rapida

Chi non desidera cambiare vita alzi la mano! Diciamo che sono pochi quei fortunati (o dovrei dire sfortunati?!?) a ritenersi completamente soddisfatti della propria vita, ma anche costoro, se dovessimo porgergli questa domanda, troverebbero sicuramente qualche aspetto da migliorare. Già, perché non c’è mai fine al miglioramento e quindi è più che naturale voler cambiare vita sotto uno o più aspetti. Te lo ripeto: qualsiasi aspetto della tua vita, anche se può sembrarti che vada a gonfie vele, può essere migliorato. Si può sempre fare di meglio, non trovi?
articoli-essere-felici-blog-pdf

Ma facciamo subito una precisazione: voler cambiare vita non vuol dire per forza essere insoddisfatti o scontenti, vuol dire pretendere di più da se stessi, vuol dire ambire alla versione migliore di sé costantemente, vuol dire voler attingere e dare sfogo al proprio potenziale per godere appieno dei doni che la Vita ha da offrire. Nell’Universo vige la Legge dell’Abbondanza, non della scarsità. Perché mai uno si dovrebbe accontentare di chi nel tempo è diventato?!?

Anche se all’apparenza potremmo dire che tutto stia filando per il verso liscio, che tutto ciò che abbiamo e facciamo ci realizza, ci fa sentire bene, non potremmo dire lo stesso se ci riferiamo a chi siamo. Credere di trovarsi al culmine della propria crescita, credere di non avere più niente da imparare, ritenersi arrivati, non è un atteggiamento da essere umano… è da stupidi! Si, perché in questo universo ci sono solo due strade che possiamo intraprendere: crescere o morire. Tutto ciò che smette di crescere muore. Il dramma è che in molti si dimenticano di questa regola e sai perché? Perché al momento che si smette di crescere non si muore all’istante ma si muore lentamente…

Lentamente muore
chi diventa schiavo dell’abitudine,
ripetendo ogni giorno
gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente
chi evita una passione,
chi preferisce il nero sul bianco
e i puntini sulle “i” piuttosto che
un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore davanti all’errore e ai sentimenti.

Lentamente muore
chi non capovolge il tavolo,
chi è infelice sul lavoro
chi non rischia la certezza per l’incertezza
per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli
sensati.

Lentamente muore
chi non viaggia,
chi non legge,
chi non ascolta musica,
chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente
chi distrugge l’amor proprio
chi non si lascia aiutare;
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna
o della pioggia incessante.

Lentamente muore
chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi
ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di
respirare.

Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento
di una splendida felicità.

(Martha Medeiros)

Quest’articolo tuttavia si vuole rivolgere a coloro che si sentono alle strette e che hanno necessità di dare una rapida svolta alla loro esperienza fisica. Molti dei cambiamenti avvengono in noi (e per noi) in maniera graduale, hanno bisogno di tempo per consolidarsi ed evolvere. Molti altri invece avvengono in maniera repentina come dei propri e veri salti quantici. Succede spesso che quello che non accade in una vita accade in un istante, vero? E sai perché? Perché abbiamo attraversato una delle 4 porte a uscita rapida che tra poco ti illustrerò.

come cambiare vitaLa vita cambia quando cambiamo noi. Il cambiamento è sempre interiore e la vita non può fare altro che adattarsi essendo solamente la proiezione della nostra mente. E se è vero che l’ambiente in cui viviamo ci influenza è vero anche il contrario: noi influenziamo l’ambiente circostante. Siamo onde di energia inserite in un campo di energia. Tutto è vibrazione e la vibrazione è l’unica informazione che esiste. Cambia chi sei, cambia la vibrazione che offri in questo istante, e avrai cambiato ogni cosa. E alle volte, per cambiare, basta un attimo. Scegli ora la frequenza giusta e sintonizzati sulla vita che desideri!

Quando ti prendi cura di questo momento,
ti prendi cura di tutto il tempo

(Buddha)

IL CAMBIO DI STATO: TUTTO È UNO

Facciamo una piccola digressione nel campo della fisica per comprendere meglio quello che ci stiamo dicendo. Dopotutto, se vogliamo capire i segreti dell’Universo, dobbiamo parlare in termini di energia! (cit. Nikola Tesla).

Hai mai sentito parlare del paradosso EPR? La sigla EPR sta a indicare le iniziali degli scienziati che ne ipotizzarono la fattibilità, ossia Einstein, Podolski e Rosen. Vedrò di fartela semplice perché quello che ci interessa è comprendere quello che è avvenuto, giusto? Essere Felici Blog è un blog di crescita personale e spirituale e non un blog di scienza, ma quando la scienza parla non possiamo far altro che ascoltare dato che ci racconta della realtà in cui siamo inseriti.

Parlare di crescita personale senza comprendere le Leggi che regolano questo Universo è come voler impastare la pizza senza farina. E ti assicuro che in giro troverai molti che ancora si ostinano a rinnegare la Verità in cui siamo immersi. Parlagli di Legge di Attrazione e potere della Mente Inconscia e li vedrai arrampicarsi sui vetri nel tentativo di demolire quello che non riescono (o non vogliono) afferrare.

Ma lo sappiamo, quando qualcuno non comprende qualcosa preferisce non parlarne o se ne parla discrimina per difendersi mantenendo viva l’illusione di poter spiegare la natura umana limitandosi a tecnicismi senza indagare sul perché certi tecnicismi funzionano.

Ma torniamo a noi…

esperimento epr spinSe osserviamo un atomo noteremo che ogni coppia di elettroni ruota nello stesso senso. Questo movimento viene definito spin. Se viene invertito lo spin del primo elettrone di una coppia, anche l’altro elettrone lo inverte… immediatamente! Gli elettroni sono connessi tra loro pur non toccandosi, comunicano, e l’informazione che intercorre tra i due non prende in considerazione le dimensioni spazio/tempo ma semplicemente È, quindi accade, nel qui & ora, l’unico tempo esistente.

Nel 1980 il dottor Aspect validò la teoria dell’esperimento/paradosso EPR dividendo una coppia di elettroni e allontanandoli tra loro. Il primo elettrone rimase a Roma, nell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, il suo compagno fu invece trasferito al C.E.R.N. di Ginevra, trasportato in uno speciale contenitore magnetico.

Quando all’elettrone portato a Ginevra invertirono lo spin, nello stesso istante, quello rimasto a Roma fece lo stesso, nonostante la distanza di mille chilometri che lo separava dal suo gemello.

L’universo non è una collezione di oggetti distinti e separati che si muovono nello spazio, ma una inseparabile rete di modelli di energia vibrante nei quali nessun componente ha realtà indipendente dal tutto.
(Brian Josephson)

Ermete, Buddha, Cristo, Lao Tzu… tutta gente che la sapeva lunga! Tutto è uno, non esiste separazione tra me, te e una tazzina di caffè. Percepiamo la realtà come una serie di oggetti separati e distinti ma quello che percepiamo è un’interpretazione del nostro sistema sensoriale. I nostri sensi e il nostro sistema celebrale commutano i segnali esterni costruendo per noi un mondo artificiale in cui vivere e muoverci. Ma la realtà è illusoria, è l’ombra delle idee (cit. Giordano Bruno).

Quello che percepiamo è solo una ricostruzione semplificata dell’ambiente in cui siamo inseriti veramente. Tutto è collegato, tutto è uno e i legami e le relazioni hanno luogo solo nell’adesso. Tutto accade nell’immediato in un’eterna assenza di tempo e di distanza. Spazio e tempo sono dimensioni nelle quali siamo intrappolati ma a tutti gli effetti non esistono.

Se puoi cambiare idea su di te, se puoi immaginare ORA una vita migliore, essa inizierà a esistere adesso nella tua mente e ciò vuol dire che inizierà a esistere anche al di fuori della tua mente. L’informazione che trasmetti all’esterno attua subito cambiamenti in sintonia alla frequenza che hai scelto. E anche se i cambiamenti non sono percettibili, questo non vuol dire che essi non stiano avvenendo.

ghianda querciaUna quercia esiste già a livello di informazione nella ghianda ma la realtà semplificata in cui siamo inseriti non prevede che questa appaia nell’immediato ma in differita. Ma di una cosa puoi stare certo, essa apparirà. L’informazione contenuta nella ghianda le permette di attirare a sé le sostanze necessarie affinché la quercia, nel tempo, si materializzi. Se non vedi qualcosa non vuol dire che questa non esiste, semplicemente si trova in un altro piano dell’esistenza, in un’altra dimensione, proprio come afferma la Legge della Corrispondenza.

Se la mia mente può concepirlo e il mio cuore può crederlo,
allora io posso compierlo.
(Muhammad Ali)

CAMBIARE VITA: LE 4 PORTE A USCITA RAPIDA

Le 4 porte a uscita rapida sono 4 condizioni secondo le quali è possibile il cambiamento repentino del nostro stato d’essere, quindi promuovono un cambiamento anche della realtà circostante. Tu sei in continua relazione con il mondo che ti circonda, lo influenzi e ne sei influenzato. Ancora non ci credi? Prova a sorridere al barista domattina, che riscontro avrai? Prova invece a insultarlo e ti dimostrerà come la tazzina di caffè sia una cosa sola con la tua testa. Quando tu cambi il mondo cambia…

cambiare vita 4 porte a uscita rapida

  1. DESIDERARE IL MIGLIORAMENTO
    I desideri nascono da dentro ma spesso e volentieri sono le condizioni esterne a farli germogliare. Un desiderio può nascere in qualsiasi momento e quando nasce non deve essere etichettato, piuttosto compreso. Non esistono desideri di serie B, non esistono desideri che non valga la pena realizzare. Può darsi che esso nasca dopo aver letto un libro, dopo una conversazione, dopo la visione di un film… qualsiasi cosa può far scaturire in noi un desiderio, un seme di un futuro possibile.

    Perché non innaffiare questo seme e vedere crescere la nostra pianta? Il desiderio è il principio della visualizzazione e la visualizzazione è il principio di ogni manifestazione. Permettiti di entrare in contatto con la Vita, che tutto nutre, tutto muta, tutto rinnova e tutto realizza. Permetti quindi alla Vita di stuzzicare il tuo essere per vedere quali corde riesce a far vibrare.  Se hai paura di rimanere deluso, scottato, dalle possibili esperienze, stai mostrando paura di vivere e la paura di vivere è un muro che ti difende, si, ma non permette neanche alle cose belle di entrare a far parte della tua vita.

  2. ESSERE RISOLUTI

    Per realizzare un desiderio cosa ci vuole? C’è bisogno di azione, non a caso parliamo di Legge di Attr-AZIONE. Senza azione non si attrae nulla ma solo l’azione focalizzata sull’obiettivo può essere efficace. Essere risoluti equivale a dire: LO VOGLIO! E quando vuoi veramente qualcosa fai di tutto per ottenerla, vero? La resa, sotto l’influsso di queste parole, cessa di essere una possibilità…

    essere risolutiUn proverbio africano recita così: Se qualcosa la vuoi, un modo lo trovi. Se non la vuoi, trovi una scusa… niente di più vero!

    Prova a visualizzare il tuo desiderio. Chiudi gli occhi e cerca di anticiparne l’esperienza come se tutto fosse già accaduto. Cosa vedresti, cosa proveresti, con chi staresti… riempi la visualizzazione di dettagli e pronuncia a voce alta LO VOGLIO! Lo senti come cambia il tuo stato emotivo? La senti la carica di energia che si infonde nelle tue immagini mentali? Quell’energia è la stessa che ti accompagnerà, azione dopo azione, al raggiungimento del tuo desiderio ed è la stessa energia che fa crescere la quercia.

    Ciò che senti già tuo è ciò che avrai. Spazio e tempo, come per l’elettrone, non hanno più significato. L’unica cosa che conta è la volontà di agire, ancora e ancora, fino a quando la nostra immagine mentale si manifesterà. Lo vuoi veramente ciò che desideri? Bene, allora prometti a te stesso che non ti arrenderai mai fino a quando non lo avrai ottenuto. Questa è risolutezza: agire fino a quando è necessario.

  3. PRENDERE UNA DECISIONE

    È molto meglio prendere una decisione sbagliata, quindi agire di conseguenza, che non prenderla affatto! La Vita ci pone continuamente davanti a delle scelte e ogni scelta plasma il nostro destino. Evitare di scegliere è come lasciare incolto il nostro orto. Sbagliare scelta ci farà mangiare frutti non previsti ma almeno abbiamo prodotto un risultato e solamente avendo un risultato tra le mani possiamo calibrare le scelte future. Sbagliando si impara, non sbagliando (non tentandoci neanche) si muore! Se Edison non avesse sbagliato 10000 volte, col piffero che avrebbe acceso la sua lampadina! Ma fu risoluto e prese la ferma decisione che quella lampadina, malgrado le difficoltà, si sarebbe accesa.

    Decidere di agire, mettersi in cammino verso i propri obiettivi, è l’inizio di un viaggio interiore che dilata le nostre prospettive passo dopo passo. Si può decidere solo nel momento presente e quando decidi dai una rotta alla tua imbarcazione, o meglio, hai iniziato a cambiare vita!

     

  4. PROVARE DISGUSTO PER LA CONDIZIONE IN CUI CI SI TROVA

    E questa porta è quella alla quale sono più affezionato e sai perché? Perché è quella che mi ha permesso di
    liberarmi dalla dipendenza e di riprendere in mano la mia vita. Potrebbe sembrare strano che questa sensazione possa aiutarci a migliorare ma lascia che ti spieghi…provare disgusto aiuta a cambiare vitaQuando si parla di disgusto tutto ci viene in mente tranne che una bella sensazione, vero? Ma rifletti: quando provi disgusto cosa fai? Fai tutto il possibile per allontanarti dalla situazione che lo ha provocato, giusto?

    L’energia che si nasconde dietro questa sensazione, se opportunamente incanalata, ti permette lo slancio necessario per ribaltare la condizione in cui ti trovi.

    Sono riuscito a cambiare la mia vita perché a un certo punto ho provato schifo per tutto quello che ero diventato. Ne avevo abbastanza di me e delle mie ridicole scuse, delle mie controproducenti azioni, dei miei miseri risultati. Ero stufo! Non volevo più vivere cosi e il fatto di aver provato disgusto nei miei riguardi e in tutto quello che avevo attratto fino a quel momento mi ha permesso di rimboccarmi le maniche per tirarmi fuori dalla cacca in cui da solo avevo scelto di entrare. Provare disgusto ti permette di dire ADESSO BASTA! E queste due parole hanno lo stesso potere del LO VOGLIO!

    Pensa a una situazione/condizione presente che stai vivendo e non ti piace. Richiamala alla mente, prova a sentire la scomodità che ti provoca e pronuncia a voce alta ADESSO BASTA! La senti la spinta interna che ti invita ad agire per cambiare? Anche in questo caso si tratta della stessa energia che fa crescere la quercia. La ghianda non pensa ma a un certo punto è come se dicesse BASTA, VOGLIO LA LUCE! La ghianda allora rompe qualcosa dentro sé, accoglie il nutrimento (opportunità) che la terra le offre e sprigiona la forza necessaria per far esplodere un germoglio.

    Fai attenzione perché ogni qualvolta ti esprimerai con sentimento di disgusto profondo e pronuncerai parole del tipo adesso basta, ne ho abbastanza, da oggi mai più… saranno tutte occasioni nelle quali la tua vita cambierà direzione.

     

Nessuno può fare per te ciò che
solo tu puoi fare per te stesso
(Buddha)

Le 4 porte a uscita rapida sono ottimi passaggi per una versione migliore di sé ma come sempre spetta a ognuno di noi scegliere se attraversarle oppure no. La Vita, il Maestro, apre la porta, tu scegli se passarci attraverso. Guardati dentro e fatti questa domanda: sono soddisfatto della vita che sto vivendo?

L’energia che investi nel presente modella costantemente il tuo futuro.  Se vuoi cambiare la tua vita, cambia la tua vibrazione. Le tue esperienze future vengono proiettate da chi sei nel momento presente. Quali esperienze ti stai preparando a vivere?

Buona Vita 🌴
cristiano mocciola blog

Rimani aggiornato con il blog!

6 commenti

  1. Sempre graditi i tuoi spunti di riflessione peraltro validi ed inoppugnabile! ..(detto da una Fisica quale sono..)Sai che ad un convegno a Roma all’Accademia dei Lincei ai tempi dell’Università ho conosciuto personalmente il prof.Pauli ..colui che studio per primo lo spin elettronico ed enuncio il principio di cui parli nel tuo articolo.Che emozione!Grazie.

  2. La ghianda allora rompe qualcosa dentro sé, accoglie il nutrimento (opportunità) che la terra le offre e sprigiona la forza necessaria per far esplodere un germoglio…Che meraviglia la LUCE, grazie Cri

  3. Ciao Cristiano, sono nuovo a questo tipo di cose e sono ancora indeciso se sono realmente utili o no i tuoi articoli. Fatto sta che, vuoi per mia volontà o per altri motivi, ogni volta che leggo un articolo tuo, poi sto meglio, sono meno agitato e meno in panico. Non so in che modo, ma sto provando a cambiare la mia vita, un piccolo passo alla volta. Soffro di attacchi di panico, autogenerati da una mente sporca, piena di pensieri negativi e davvero difficile da controllare per me. Prende il sopravvento e non riesco più a controllarla e vado nel panico. Voglio cambiare, voglio controllare la mia mente e diventare disciplinato. Consigli teorici e pratici da dare? Letture da consigliare?
    Ti ringrazio in anticipo Cristiano, ogni volta che leggo un tuo articolo mi sento meglio, anche se per poco, ma meglio!

    • Ciao Tommaso, anche se per motivi differenti entrambi abbiamo fatto esperienza del lato oscuro (chiamiamolo così) dentro noi. Come te leggevo in cerca di risposte e la lettura sentivo che mi faceva bene. Quindi, finché qualcosa ci fa stare bene, perché non continuare a farla? La mente è un muscolo e allenarla al benessere non può che farci bene. Leggermi ti fa bene? Allora è utile, come lo è stato per me leggere di altri autori che mi hanno aiutato a liberarmi da quel me stesso che mi portava giù. Lettura consigliata? Le vostre zone erronee di Wayne Dyer, lo hai letto? Sono sicuro che ne trarrai il beneficio che aspettavi. Buona Vita Tommaso

Fammi sapere qui cosa ne pensi, grazie!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...