COME AVERE AUTODISCIPLINA: tutto inizia dalla mente!

Hai mai visto il film “L’ordine della fenice” della saga di Harry Poter? C’è una scena dove il professor Piton tenta di aiutare Harry a controllare la propria mente per non permettere all’antagonista Voldemort di controllarla. Ecco con che frase lo sprona: Ogni ricordo a cui l’oscuro signore ha accesso è un’arma contro di te. Non durerai due secondi se invade la tua mente. Controlla le tue emozioni, disciplina la tua mente!

Ti ho voluto introdurre l’articolo di oggi in questo modo perché quello che accade a Harry nel film è la stessa cosa che potrebbe accadere a ognuno di noi. La tentazione di cedere alla pigrizia, alla via facile, all’immobilità, al non volersi assumere la responsabilità di ciò che si pensa, di ciò che si prova e di ciò che si fa, è il nostro lato oscuro. Perdere il controllo della propria mente, quindi di tutto quanto, equivale a cedere le redini al signore oscuro. Ecco perché è di assoluta importanza comprendere come avere autodisciplina!

articoli-essere-felici-blog-pdf

L’AUTODISCIPLINA INIZIA DALLA MENTE

E dopo un estenuante allenamento che vede il profesor Piton alle prese con le fragili barriere mentali di Harry, il ragazzo chiede una tregua ma Piton incalza: l‘oscuro signore non si riposa!

L’autodisciplina non è qualcosa che si conquista una sola volta dopodiché non ci si pensa più. La mente è un muscolo e come tale ha bisogno di un continuo allenamento, o dovrei dire Allena-Mente, per mantenere il proprio vigore e aumentare le proprie capacità.

Cedere il passo a pensieri depotenzianti, a negatività, pessimismo, critica, è molto facile nel contesto in cui siamo inseriti. Se stai ad ascoltare l’informazione che viene data in pasto al mondo comune pare che tutto vada a rotoli e l’accento viene sempre posto su ciò che non funziona. Ma come ben sai fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce, vero?

Se permetti al mondo di inquinare la tua mente con notizie grigie e di poca utilità, presto o tardi ne verrai contaminato e il tuo pensiero subirà un’influenza negativa adattandosi alla vibrazione con la quale è entrato in contatto. Senza accorgetene troverai pretesti per iniziare a lamentarti, parlerai ad altri dei tuoi dolori fisici, dei tuoi drammi emozionali e relazionali, ti lamenterai delle tue finanze, dei tuoi parenti… insomma, ti concentrerai sul bicchiere mezzo vuoto della situazione. Ma il bicchiere non è ne mezzo vuoto ne mezzo pieno, è la prospettiva che usi che determina l’andamento della tua vita.

Lo so, mi ripeto, te l’ho detto centinaia di volte su queste pagine ma non resisto e nel dubbio che te ne fossi dimenticato te lo riscrivo: dove poni l’attenzione li fluisce la tua energia che nutre e fa crescere ogni cosa!

Avere autodisciplina significa innanzitutto padroneggiare gli strumenti che hai a disposizione, ovvero mente e corpo. Significa controllare i propri impulsi, significa dare direzione alle proprie facoltà, significa usare la mente e non farsi usare! La mente è un’arma, o la disciplini secondo le tue regole o lei disciplinerà te secondo le sue.

LA MENTE RAGIONA, IL CUORE SENTE

la mente ragiona il cuore sente

Sai cosa vuol dire amare? Vuol dire che mente e cuore sono sincronizzati e concentrati in un’unica direzione. L’amore può essere rivolto verso una persona, verso una cosa, verso una situazione o un modo d’essere… si può amare proprio tutto, non c’è’ un limite a questo. E quando ami non c’è spazio per distrazioni o cattivi pensieri. Quando ami sei totalmente consapevole di te, sei nel presente, sei potente!

Avere autodisciplina vuol dire innanzitutto amare se stessi, vuol dire essere in grado di concentrarsi nel qui&ora. La mente è’ tutto e dalla mente si origina ogni cosa. Le risposte emotive incondizionate che hai riguardo la vita che accade sono il riflesso di quello che nel tempo hai seminato nella tua mente.

Le emozioni non sono né giuste né sbagliate, sono solo il prodotto fisiologico dei pensieri (convinzioni) consci che scegli e dei pensieri inconsci che hai accolto e fatto tuoi. Quello che fa l’autodisciplina è aiutarti nel processo di cernita di ciò che semini nel subcosciente. Solamente scegliendo potrai avere quello che desideri. Se non sei in grado di scegliere i pensieri che albergano la tua mente rassegnati, qualcun altro sceglierà per te e tu non vivrai più la vita che vorrai ma quella che vorrà qualcun altro.

Verrà un giorno che l’uomo si sveglierà dall’oblio e finalmente comprenderà chi è veramente e a chi ha ceduto le redini della sua esistenza:
a una mente fallace, menzognera, che lo rende e lo tiene schiavo.
(Giordano Bruno)

Per farla breve: per ottenere quello che desideri devi innanzitutto innamorarti di quello che desideri. Solamente quando la tua mente sarà in grado di concentrarsi con amore sull’oggetto/esperienza del tuo desiderio, esso potrà manifestarsi nella tua vita. La mente pensa e produce azione, il cuore sente e attrae esperienze. Se non c’è autodisciplina il pensiero diventa incontrollato, l’azione è confusa e il cuore, cosa attrae? Per ottenere qualcosa la mente deve innanzitutto innamorarsi di quella cosa. E quando ti innamori di una cosa anticipi l’esperienza emotiva e mentale che proverai una volta che l’otterrai. 

AUTODISCIPLINA: IL SEGRETO DEL SUCCESSO

autodisciplinaPer riuscire a raggiungere ciò che desideri, ad ogni modo, l’amore non basta. Puoi amare qualcosa ma non è detto che tu riesca a raggiungerla. Sicuramente provare amore per qualcosa che si desidera è essenziale. Non provarlo sarebbe come voler raggiungere un luogo che si trova dietro una porta chiusa senza avere una chiave per aprirla. Ecco: l’amore è la chiave che ti permette di aprire quella porta ma sai che cosa ti serve poi per oltrepassarla? Giusto! Autodisciplina! Il Maestro apre la porta ma è l’allievo a scegliere di passarci attraverso…

L’autodisciplina è l’ingrediente che ti permette di continuare a fare azione, che ti permette di rimanere in movimento, che ti permette di mantenere la rotta verso i tuoi obiettivi.

La disciplina è il ponte tra pensiero e realizzazione,
tra ispirazione e successo, tra necessità e produttività.
(Jim Rohn)

Tutti vorremmo avere una vita migliore ma in quanti di noi fanno ciò che è necessario fare per manifestarla? Il fallimento non accade dall’oggi al domani. Il fallimento è la conseguenza di una serie di atti indisciplinati, al contrario, il successo è il risultato finale di una serie di atti disciplinati.

COME AVERE AUTODISCIPLINA

Tutto inizia dalla mente! Perché? Perché solamente quando la tua mente sarà in ordine avrai modo di prenderne le redini. Se entrassi in una casa piena di oggetti e dovessi sistemarla, da dove cominceresti? Inizieresti a buttare via tutto il superfluo, anzi, forse toglieresti di mezzo tutto quanto per poi scegliere con cura cosa far entrare, vero? La mente ha bisogno dello stesso trattamento. Solo una mente in ordine e un cuore sereno possono disciplinare chi sei. Ecco alcuni passi per adempiere a questo:

Crea una necessità: una sola domanda devi porti prima di cominciare? Perché desidero raggiungere il mio obiettivo? Avere un motivo è il principio dell’autodisciplina, è il detonatore dell’Abbondanza. Quando conosci la direzione dei tuoi sforzi, quando dai loro un perché, fare azione diventa un’inevitabile conseguenza.

Seleziona le persone che frequenti: esistono solo due tipi di persone al mondo, coloro che ti infettano e coloro che ti ispirano. Scegli le seconde! Noi esseri umani ci influenziamo vicendevolmente e se le persone che frequenti invece che farti vedere possibilità ti mostrano limiti, beh, stai attento perché alla lunga potresti diventare cieco pure tu. Cerca la compagnia di coloro che riescono a farti scorgere l’espansione e il miglioramento che per natura ti appartengono, evita gli scettici a riguardo. Circondati di persone che come te vogliono crescere, non di coloro che si sentono arrivate e che più che esprimere un giudizio dietro l’altro non fanno. Coloro che  ispirano sono coloro che agiscono e cambiano le cose, coloro che infettano vivono di molte parole e pochi fatti…

Spegni le cattive notizie: è impossibile avere autodisciplina quando c’è un agente esterno che ti dice cosa e come pensare. Le informazioni che ci arrivano dai media servono solo a una cosa: a conformare le menti a un’unica verità.  Qualcuno sceglie per te cosa devi sapere e cosa no, come devi pensare e come no. D’ora in avanti evita di schierarti con idee e pensieri che non sono tuoi. Movimenti politici, leader, religioni… sono tanti mezzi per creare gruppi di persone conformandole a un unico pensiero. Esci dal gregge! Tu sei un’aquila, non una pecora. Nessuno ha il diritto di infilarti in testa qualcosa ma tu hai il dovere di tirar fuori la tua unicità.

Nutriti di notizie positive: leggi qualcosa che sia in grado di ispirarti, lo so, già lo stai facendo 🙂 Scegli da te le notizie che possano farti evolvere a una versione migliore di te. Sapere come è morto quel tizio che ha fatto fuori la famiglia non ha alcuna utilità per la tua vita, è un pettegolezzo e se permetti a informazioni come queste di mettere radici ti ritroverai con una mente infestata da schifezze.  Sapere invece come migliorare la propria vita è tutt’altra cosa, non trovi? I risultati che otterrai nella vita sono direttamente proporzionali alla qualità dei pensieri a cui permetti di soggiornare nelle stanze delle tua mente.

Morditi la lingua: se stai per lamentarti, criticare o spettegolare, accorgiti in tempo e fermati! La stessa cosa vale quando senti sorgere pensieri di questa stessa natura, stroncali sul nascere. Sii presente, attento, consapevole di ciò che fai con la testa. Ogni pensiero a cui permetti di vivere in te darà frutto, cosa vuoi raccogliere? Se ti lamenti raccoglierai cose per cui lamentarti, se amerai raccoglierai la Vita. Sei chi crei.

Sostituisci una vecchia abitudine alla volta: sfida te stesso! Solamente vincendo sull’oscuro signore che vive dentro te potrai dire di avere il controllo sulla tua mente. Nessuno conosce meglio di te quali siano le tue cattive abitudini, o sbaglio? Senza fretta ma senza sosta, riconoscile e una alla volta inizia a eliminarle. Sostituisci inizialmente la vecchia abitudine con un bicchiere d’acqua. Ogni volta che stai per cederle fermati e bevi. Un bicchiere d’acqua alla volta vedrai la tua vita migliorare, promesso! Quando sarai pronto potrai sostituire il bicchiere d’acqua con una nuova abitudine felice.

Serve disciplina per cambiare le proprie abitudini perché una volta formate le abitudini sono come una corda robusta. Come un impulso quasi irrefrenabile a cui ci si può sottrarre solo praticando a lungo la nuova disciplina.
Dobbiamo disintrecciare ogni filo della corda, lentamente e accuratamente, finché la fune che ci lega non sara che un insieme di fili sparsi.
(Jimh Rohn)

E per finire…

Sostituisci il “se potessi farei” con il “se volessi potrei”: se aspetti di essere in una determinata condizione per agire, se aspetti di avere qualcosa per poter fare azione, stai facendo l’unica cosa che non ti permetterà di crescere: stai procrastinando! Finché usi lo schema mentale del “se potessi fare” non farai un solo passo verso ciò che desideri. Usa invece lo schema del “se volessi potrei”! Vuoi raggiungere quella cosa? Chiediti cosa potresti fare per raggiungerla e una volta trovata la risposta agisci! Finché rimandi non accadrà proprio nulla. Smetti di procrastinare!

L’AUTODISCIPLINA ALIMENTA LA TUA AUTOSTIMA
E ATTRAE LA TUA FORTUNA

Facci caso, come ti senti quando sai di aver fatto quello che doveva essere fatto? E come ti senti quando sai di non averlo fatto? Nell’istante che diventi disciplinato la tua autostima aumenta, quindi ti senti meglio. E quando ti senti meglio sai cosa accade?

Siamo dei magneti e attiriamo a noi cose/eventi/persone in sintonia con quello che siamo. Il tuo atteggiamento verso la vita del momento presente attrae la vita che accadrà, questa è la Verità. A fare la differenza quindi non è quello che accade ma è come reagisci, in questo momento, a quello che stai vivendo. Non farti cogliere impreparato! L’autodisciplina è un atteggiamento e solamente tu, nell’adesso, puoi innescarlo.

Buona Vita 🌴
cristiano mocciola blog

Rimani aggiornato con il blog!

8 commenti

  1. Ciao Cristiano, quando hai vissuto 50 anni mettendo gli altri al primo posto, quanti ne devono passare per riuscire ad essere te stesso al primo posto?
    Grazie per il tuo stimolo.
    Roberta

  2. Ciao Cristiano leggo molto volentieri ….quello che scrivi stimola e fa desiderare il miglioramento di se…raggiungere un obbiettivo non é mai facile ….a me basterebbe raggiungere pace con me stessa GRAZIE🙏

  3. Hai ragione Cri! Autodisciplina….in tante piccole cose. per iniziare…il cambio totale.Io ad esempio sono una golosona :P, parto da qui! Autodisciplina…piano piano, un passo alla volta, respispirando profondamente.
    Grazie di cuore, per aprirci la porta, voglio passarci attraverso.

Il tuo commento arricchisce questa pagina, grazie!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...