COME RESTARE CALMI: 7 regole

Imparare a rilassarsi non è poi così facile, almeno non per tutti. Mantenere la calma in situazioni stressanti alle volte non è neanche concepibile per qualcuno. Anzi, pare che chi riesca a restare calmo nei momenti difficili venga visto come un incosciente o un irresponsabile. Ovviamente non è così. Colui che riesce a mantenersi nell’occhio del ciclone, imperturbabile e concentrato, è colui che ha raggiunto il proprio Sé e ha compreso che nulla è più importante della propria felicità.articoli-essere-felici-blog-pdf

In questa condizione di centratura tutto fluisce nel migliore dei modi, le soluzioni ai problemi che si pensano di avere fioriscono perché non si è più concentrati sul problema ma sul suo scioglimento. Non si è più concentrati sulla difficoltà che si sta vivendo ma sulla lezione che essa ci porta e che ci permetterà di evolvere a una nuova consapevolezza.

come mantenere calmaIn poche parole: i problemi sono quelle cose che ti permettono di essere migliore, evitali ed eviterai la tua crescita, affrontali con paura e stress e imparerai poco o niente. Ma affrontare le sfide che la vita ci porta con serenità, con la convinzione di essere superiore a qualsiasi problema, ti permette di creare il te stesso di domani nel migliore dei modi. Dopo tutto non hai niente da perdere! O almeno, niente di cosi veramente importante, di cosa ti preoccupi? Le cose importanti della vita sono altre e lo sai bene ma finché ti ostini a dare valore a ciò che non conta l’ansia continuerà a farti capolino da dietro ogni ostacolo che ti si presenterà.

Procurati momenti di calma interiore e in questi momenti impara
a distinguere l’essenziale dal non essenziale.
(Rudolf Steiner)

Nell’articolo precedente avevamo fatto un classico esempio di una situazione in cui è facile perdere il controllo, ricordi? L’automobilista, il dito medio, ecc…? E abbiamo visto come evitare di esplodere cambiando punto di vista… goosfraba! 🙂

TRE PAROLE MAGICHE PER VINCERE SUBITO L’ANSIA

Ma lo stress, l’ansia, non sono sempre stimoli negativi. Innanzitutto sono segnali che ci avvisano che è richiesta la nostra massima attenzione. Quindi essere consapevoli che stanno subentrando è un ottimo campanello d’allarme per attivare le nostre migliori risorse. Ma un conto è accorgersi di questi stimoli e gestirli, un conto è farsi travolgere da essi e perdere la cognizione di se stessi.

Sconfiggere l’ansia porta al successo e alle volte bastano solo tre semplici parole per metterla KO. In psicologia cognitiva esiste una tecnica chiamata “riconsiderazione dell’ansia”. La tecnica consiste nel persuadere se stessi, quindi sostituire la vecchia convinzione “io sono agitato” con la nuova convinzione “io sono emozionato”.

restare calmiIl nervosismo in questo modo lascia spazio all’emozione e all’eccitazione. Convincere se stessi di star provando un’emozione positiva e inoffensiva porta al rilassamento graduale e naturale dell’intero organismo. E anche se all’inizio non si avverte l’immediata risposta del nostro corpo a questo stato di indotta calma, stai sicuro che provare emozione ed eccitamento ti spinge a buttarti nel fare le cose senza paura di sbagliare, con voglia, grinta e felicità, anziché farti titubare. Questo perché la tua mente riconosce come uno stimolo positivo l’eccitazione, al contrario del nervosismo che è visto come negativo. Quindi, piuttosto che osservare la sfida come una minaccia, imparala a osservare come un’opportunità. Non avere paura di sbagliare, potresti vincere!

mantieni la calmaC’è un passaggio in Alice nel paese delle meraviglie, il libro di Lewis Carroll, molto importante, dove viene svelato ad Alice il trucco per poter continuare in quell’assurdo gioco-sogno in cui si era infilata. Che sia valido anche per noi per poter fluire con la Vita?!? Eccolo:

“Torna indietro!” il bruco la richiamò, “ho qualcosa di importante da dirti!”.
Sembrava promettente: Alice si voltò e tornò indietro.
“Mantieni la calma,” disse il bruco.

Essere in grado di mantenere la calma vuol dire essere in grado di essere felici, in qualsiasi situazione. E sai come si dice, no? Calma la mente e l’anima parlerà.

7 REGOLE PER COLTIVARE LA CALMA

Magari anche tu hai il tuo rituale personale per spegnere i fuochi della rabbia e non agitarti. Ognuno combatte lo stress a modo suo. Ma c’è anche chi non se ne preoccupa e lascia che il cocktail di ormoni nocivi generatosi vaghi liberamente per il proprio organismo. Perché alla fine è questo che avviene. Ogni volta che siamo sotto stress il fisico produce le sostanze necessarie per farci rispondere al migliore dei modi all’evento-pericolo che ci si sta presentando.

Come detto prima, non è un male… non è un male se ci attiviamo e reagiamo per superare l’ostacolo, quindi consumiamo il nostro cocktail. Ma molte volte questo cocktail viene attivato senza alcun motivo, vuoi che il nostro capo è nervoso e noi ci sentiamo il suo fiato sul collo, vuoi che qualcosa non è andato come avevamo pensato, vuoi che i mille impegni della giornata riempono la nostra testa e non le lasciano spazio per creare del necessario vuoto

Se questo cocktail dopo essere stato prodotto non trova uno sfogo, andrà a intaccare il nostro organismo e subentreranno malattie di tutti i tipi, cardiovascolari, diabete, scheletriche e muscolari, depressioni e stati di ansia, ecc… Se vuoi conoscere meglio gli effetti devastanti che può causare l’ormone dello stress, il cortisolo, nel tuo corpo ti consiglio di leggere l’articolo del Dr. Massimo Spattini.

Ma torniamo a noi… quali sono le 7 regole per mantenere la calma?!?

  1. Respira: a dire il vero non abbiamo alternativa, vero? Ma prova a concentrarti sul tuo respiro, sull’ossigeno che riempe i tuoi polmoni, sull’anidride che invece espiri. Concentrarsi sul proprio respiro quieta il corpo, quieta la mente e ti riporta a vivere il momento presente.
  2. Muoviti: l’attività fisica è il miglior modo per scaricare qualsiasi tensione. Quando ci muoviamo si muove anche la mente. Fare passeggiate immersi nella natura è un ottimo toccasana per riequilibrare il nostro stato d’animo. Combatti la pigrizia!
  3. Ascolta della musica: la musica è il miglior mezzo di comunicazione conosciuto. Ascoltando la musica giusta siamo in grado nell’immediato di cambiare la nostra emotività e riallineare positivamente il nostro bioritmo.
  4. Fai stretching: allungare i muscoli equivale a distenderli, e se è vero che mente e corpo sono in continuo dialogo, anche i tuoi pensieri si distenderanno e dentro te tornerà il sereno.
  5. Bevi acqua: rimanere idratati è una regola imprescindibile e non solo per regolare lo stress. Siamo fatti d’acqua e l’acqua è la benzina del nostro metabolismo. Bere acqua rilassa e nutre allo stesso tempo. L’informazione che l’acqua veicola è in grado di trasformare il nostro stato d’animo.
  6. Assumi vitamina C: questa vitamina è in grado di prendersi carico del tuo cortisolo e smaltirlo. E come sai la vitamina C è una di quelle vitamine che va assunta tutti i giorni perché non cumulabile nell’organismo. Iniziare la giornata con acqua e limone ti aiuterà ad affrontare il resto della giornata. Il cibo è salute e tu sei ciò che mangi!
  7. Doccia o vasca: lo so, non ti dico niente di nuovo. Mettersi sotto il getto dell’acqua calda o fare un bel bagno è l’apoteosi del relax. Il corpo ha una sua memoria e l’acqua rievoca all’inconscio il grembo materno ed è per questo che stiamo così bene in compagnia dell’acqua.

La tua mente è come quest’acqua, amico mio: quando viene agitata diventa difficile vedere, ma se le permetti di calmarsi la risposta ti appare chiara
– dal film Kung fu Panda

Mantenere la calma è essenziale, non solo per le nostre attività esterne e le nostre relazioni, ma anche e sopratutto per le attività interne e per la relazione più importante che abbiamo, quella con noi stessi. Quando la gente perde la calma ha perso la connessione con se stessa, non si ascolta più ed è impensabile che riesca a comprendersi, figuriamoci se riesce a comprendere gli altri.

L’attività intima, la relazione personale che abbiamo con noi stessi, richiede la nostra lucidità, la nostra freschezza e tranquillità. Coltivando il Sé interiore siamo in grado di coltivare anche tutte le altre relazioni nel migliore dei modi. La mente con il suo potere gestisce le relazioni che intessiamo e perdere la calma vuol dire rischiare di incrinare non solo i nostri rapporti, ma anche la nostra sfera spirituale. E perdere la connessione con il divino che è in noi equivale a recidere il legame che abbiamo con madre natura, equivale a smarrirsi per non fare più ritorno.

Concludo riportandoti le parole di Chuang-Tzu, sono certo che comprenderai appieno l’importanza di mantenere la calma dentro e fuori di te: a una mente tranquilla l’universo intero si arrende.

Buon relax 😎
cristiano mocciola blog

Rimani aggiornato con il blog!

 

Tagged with: , , ,
Pubblicato su crescita personale, essere felici
8 comments on “COME RESTARE CALMI: 7 regole
  1. Heka ha detto:

    Ne avevo proprio bisogno Cri…,come sempre grazie!

  2. Monica ha detto:

    Tanto da imparare e mettere in pratica al momento del bisogno.
    Fattibile ma non semplice e sicuramente si fa il salto di qualità.
    Grazie Cristiano

  3. Simonetta ha detto:

    Cerco.. leggo.. mi sembra di partire per qualcosa di nuovo.. ma poi mi trovo sempre ferma ai blocchi…
    Mannaggia!
    Articolo importante.. ci riuscirò?

  4. Andrea A. ha detto:

    Concordo in tutto.
    Spesso l’uomo si agita per mere futilità. Se riuscissimo ad uscire fuori dal contesto che ci crea ansia o stress capiremo che spesso i problemi sono dati più a riflessioni o fattori interni a noi, che dovuti da fattori esterni.

Fammi sapere qui se ti è piaciuto, Grazie

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Mi presento…
Essere Felici Blog - Cristiano Mocciola

Ciao, sono Cristiano e voglio darti il benvenuto su Essere Felici Blog [MENTE|CORPO|SPIRITO]

essere felici youtube
Gratis per te
ebook crescita personale spirituale
⇓ RISORSE DEL BLOG ⇓
crescita spirituale mente
reprogramming cristiano mocciola
Seguimi su Twitter
⇓ da leggere ⇓

«Io non farò ritorno nella città che ha nome da Kapila senza aver visto l’altra sponda della vita e della morte». Il cammino del Buddha: la nascita, l’infanzia e la giovinezza, felici e protette; la scoperta del mondo e del dolore; la ricerca della liberazione; il risveglio. La presente edizione del Buddhacarita, a cura di Alessandro Passi, è la prima che si tenta in Italia dopo quella pubblicata all’inizio del Novecento, e ormai datata, di Carlo Formichi.