Sapere cosa si vuole: come usare la Legge dell’Attrazione

Se sai cosa vuoi sai anche cosa non vuoi. E allora scegliere è molto semplice! O possiamo anche dire che se non sai cosa vuoi, la vita ti darà ciò che non vuoi. Il nostro ruolo di creatori intenzionali a poco serve se non sappiamo cosa intenzionalmente vogliamo creare. Un bel giro di parole, si, ma è così.

SCARICA/STAMPA L’ARTICOLO IN FORMATO PDF

Ci è concessa la grande possibilità di manifestare la nostra spiritualità, quindi rendere manifeste le nostre idee, i nostri sogni, i nostri progetti. Esprimere tutto noi stessi e portare alla luce la nostra vera essenza è l’unica via per riallinearci con il nostro Ben-Essere, con la fonte, sei d’accordo?

“Formula della mia felicità: un si, un no, una linea retta, una meta” – (Nietzsche)

Tutto ciò che si origina sul piano spirituale ha la possibilità di manifestarsi sul piano materiale. La seconda Legge Ermetica afferma questo, la Legge dell’Attrazione pure. L’unica clausola: crederci e impegnarsi. E se ci pensi non è che ci voleva questa o quella filosofia per spiegarci che le cose qua sul pianeta terra funzionano così, vero? O lavori su un progetto o non lo realizzi. O ci dedichi tempo, passione, energie, o il tuo sogno va a farsi benedire.

Detta così appare semplice ma quando poi sbattiamo la testa sul da farsi può essere che ci scoraggiamo, perdiamo motivazione, iniziamo a dubitare delle nostre potenzialità. Come facciamo quindi ad alleggerire il carico, a rendere le cose più facili?

I PROBLEMI NON ESISTONO, ESISTONO SOLO OPPORTUNITÀ

Sicuramente, davanti a un problema, la mentalità che usi fa la differenza. Se rimani ottimista troverai infinite possibilità, se cadi vittima del pessimismo diventerai cieco.

“Niente è davvero difficile se lo si divide in tanti piccoli pezzettini ” – Henry Ford

E proprio dalla citazione di Henry Ford che prende spunto quest’articolo. Qualsiasi cosa è riducibile in tanti pezzettini, è vero. Se volessi coprire tutta in una volta la distanza che mi separa da Pechino sarebbe impossibile. Ma se suddivido questa distanza in tanti piccoli traguardi diventa immediatamente realizzabile, soprattutto per la mia mente.

Invece che proporre alla mia mente questo: CASA → PECHINO

Potrei proporle: AGENZIA VIAGGI → CASA → VALIGIE  → AEROPORTO  → PECHINO

Non so se con questo esempio sono stato abbastanza chiaro e quindi te ne propongo un’altro. Mettiamo caso che il mio sogno è vivere di musica e cantare davanti a 100000 persone. Mantenere il focus su questo sogno di certo mi aiuterebbe a motivarmi ma sarebbe impossibile dall’oggi al domani realizzare questo progetto, non trovi? La cosa più utile che potrei fare invece è cominciare a chiedermi: qual è il prossimo piccolo passo che devo fare? E la risposta cambierà in base al punto in cui mi trovo.

Ma facciamo finta che parta da zero. E allora comincerei: studiare canto  → imparare a scrivere un testo  → musicarlo  → registrarlo → proporlo al pubblico  → non è andata? non piace? riprovare  → (riprovare finché non ottieni il risultato desiderato)  → scrivere altre canzoni  → cercare un manager  → prenotare stadio  → concerto

Adesso, non so se è proprio questo l’iter che deve seguire chi aspira a diventare cantante, ma una cosa è certa: non puoi ottenere nell’immediato la realizzazione del tuo desiderio se non ti sei messo in cammino per coprire le varie tappe che ti separano da esso.

Si esiste la botta di c… di fortuna, ma come sai, la fortuna esiste ma non ha gambe, ha anche due sorelle (Aspetta e Spera). Esiste ma non può muoversi… però ti aspetta!

Fai finta che tutto ciò che desideri si trovi in cima ad una scala. Saltando non arriverai mai alla fine della rampa. L’unica possibilità che hai è salire i gradini, uno dopo l’altro, un passo alla volta. Quindi, mentre mantieni vivo il desiderio di arrivare in cima per prendere ciò che meriti , è utile capire qual è il modo migliore per poggiare il piede sul prossimo scalino.

Will Smith ti avrebbe detto: qual è il modo migliore per poggiare il prossimo mattone? Gustati il video…

ALLENAMENTO QUOTIDIANO – LA TUA VITA IN PEZZI

Ti è piaciuto il video? Dopo quello che ci siamo detti e dopo quello che hai potuto sentire nel video, passiamo all’allenamento. Si, perché come tutte le cose, anche per raggiungere ciò che desideriamo abbiamo bisogno di allenarci. Non puoi diventare milionario dall’oggi a domani, ma puoi iniziare a capire qual è il modo migliore per guadagnare i tuoi primi 100 euro e poi replicare e fare di meglio, giusto? Impariamo quindi a mettere il prossimo mattone nel migliore dei modi per costruire il nostro muro 🙂

Se osservi bene la tua giornata sarà facile per te dividerla in tanti piccoli pezzettini, tanti segmenti. Ti faccio un esempio: sveglia → corsa → doccia → colazione → portare bimbi a scuola → lavoro → pranzo → spesa → ecc…

allenamento mentale emozionaleIl nostro compito ora è svolgere nel migliore dei modi ogni singolo pezzettino. E per farlo abbiamo bisogno di concentrarci unicamente su di lui e non sugli altri. Se mentre mangio penso al lavoro mangerò male, se mente corro penso alla doccia non mi concentrerò abbastanza per ottenere un buon allenamento, e così via.

Quando facciamo una cosa dobbiamo dedicarci a essa con tutte le nostre energie, mentali, fisiche e spirituali. Questo è quello che si dice un allenamento efficace. E non solo sarai in grado di svolgere quello che stai facendo nel migliore dei modi, ma stai anche permettendo a te stesso di rimanere centrato sull’obiettivo. Non disperderai più luce come una lampadina, ma la concentrerai come un raggio laser!

Questa attenzione che dedicherai al momento presente si ripercuoterà positivamente anche sugli eventi futuri. Questo perché la tua attenzione per quel determinato pezzo di vita diventerà un’abitudine mentale/emozionale. Le emozioni (legate a determinati eventi) sono la nostra droga e tendono a ripetersi. Siamo dipendenti delle nostre emozioni! Ti faccio un esempio: se quando sei nel traffico sbuffi, ti agiti, ti innervosisci… beh, è poco ma sicuro che questa reazione si ripete ogni volta che ti trovi in quella situazione. Se quando vai a fare la spesa ti diverti da matti, è molto probabile che tutte le volte che vai a fare la spesa tu ti diverta da matti! Facci caso: siamo abituati a provare le medesime emozioni per le medesime azioni che compiamo.

E qui inizia il nostro lavoro: riconoscere le reazioni poco utili e sostituirle di volta in volta con reazioni più utili. Questo allenamento creerà nuove abitudini mentali/emozionali che ci permetteranno di vivere meglio il nostro presente e costruire ancora meglio il nostro futuro.

PER CAMBIARE GLI EVENTI CAMBIA REAZIONI

Concentrandoti su una cosa alla volta, su un pezzo di vita alla volta, riuscirai a fare chiarezza riguardo le tue scelte. Concentrarsi su troppe cose, invece, tende a farti perdere di vista ciò che vuoi e creerai solo confusione.

Nel momento che inizi a osservare il tuo presente, a focalizzarti e a scegliere ogni volta la migliore reazione possibile, sai cosa accade? Coglierai quello che alla maggior parte di individui sfugge: c’è una perfetta corrispondenza tra ciò che dici, tra ciò che pensi, le tue emozioni e ciò che accade(Scopri cos’è  RΣ-PROGRΔMMING)

Ogni istante stai invitando la manifestazione delle tue prossime esperienze fisiche. E lo fai attraverso l’energia che offri nel momento presente. Ciò che dai è ciò che avrai. Se migliori questo aspetto in ogni pezzo di vita, se migliori ogni volta il tuo qui&ora, automaticamente tutta la tua vita farà un salto di qualità e il tuo benessere, la tua felicità, diventeranno un’abitudine. Non ci credi? Provaci solo per oggi e poi me lo dirai 🙂

cristiano mocciola blog

Rimani aggiornato con il blog!

Tagged with: , , ,
Pubblicato su crescita personale
12 comments on “Sapere cosa si vuole: come usare la Legge dell’Attrazione
  1. Heka ha detto:

    molto bello il post!Spettacolare il video, una carezza per l’anima!Grazie di cuore Cri!

  2. Patricia ha detto:

    Sì che mi è piaciuto, tanto! Grazie Cristiano :-)!

  3. Marco ha detto:

    Ciao Cristiano. Grazie. È un concentrato di insegnamenti di vita. Potrebbe essere utile sapere come gestire le emozioni negative e rimanere concentrati sul qui e ora. Hai già trattato questo argomento? Ancora Grazie e complimenti per il tuo lavoro

  4. ersy8 ha detto:

    Ciao Cristiano, bellissimo il tuo blog! Oggi è la prima volta che leggo… e già provo delle emozioni positive

  5. Mary ha detto:

    È così bisogna allenarsi per essere presenti nel qui e ora. Non è poi così facile…
    Grazie!
    Buona serata Cristiano

Fammi sapere qui se ti è piaciuto, Grazie

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mi presento…
Essere Felici Blog - Cristiano Mocciola

Ciao, sono Cristiano e voglio darti il benvenuto su Essere Felici Blog [MENTE|CORPO|SPIRITO]

essere felici youtube
Gratis per te
ebook crescita personale spirituale
⇓ RISORSE DEL BLOG ⇓
crescita spirituale mente
reprogramming cristiano mocciola
Seguimi su Twitter
⇓ da leggere ⇓

I consigli e gli esercizi contenuti in questo libro vengono svelati per la prima volta al pubblico occidentale. Per migliaia di anni i maestri taoisti hanno insegnato questi segreti ai pochi eletti delle corti imperiali e dei circoli esoterici, obbligandoli a mantenerli. Ora, un giovane maestro taoista e sua moglie, essi stessi praticanti questa antica arte del sesso, sentono il bisogno di condividerne la conoscenza con il resto del mondo. Due sono i metodi principali che gli autori insegnano alle donne per coltivare e potenziare la loro energia sessuale. Il primo è la respirazione ovarica, che può abbreviare il ciclo mestruale, ridurne gli effetti dolorosi e accumulare una maggiore quantità di energia vitale (Chi) nelle ovaie, per accrescere la potenza sessuale. Il secondo, la spinta orgasmica verso l'alto, può essere praticato da sole oppure assieme al partner. Appresa questa tecnica, si può provare un orgasmo totale che va al di là del comune orgasmo vaginale, senza tuttavia disperdere l'energia vitale.